sabato 26 gennaio 2013

Kamut-otto

Che il Kamut mi piaceva non avevo dubbi perchè è mia abitudine mangiare la pasta di kamut e fare il pane con la farina di kamut.
Ma che il sapore di questo cereale in chicchi cotti come se fossero risotto, mi prendeva così non avrei mai immaginato!!
Quando al supermercato ho notato questa scatola
non ho avuto dubbi: l'ho messa nel carretto all'istante!!!! Poi Pedon è una marca affidabile.
Da tempo avevo intenzione di comperare il Kamut in cereale ma leggendo poi le istruzioni di preparazione, il lungo tempo di cottura mi facevano rimandare l'acquisto. Questo Bio Kamut della Pedon cuoce solo in 8 minuti!!!
E' proprio ottimo e penso che farò molte altre preparazioni infatti è indicato anche nelle minestre, nelle zuppe o semplicemente cotto come la pasta e poi condito.
Io l'ho preparato in questo modo:
(per due persone)
Ho messo in un pentolino del brodo a bollire.
In un'altra pentola capiente ho messo 2 cucchiai d'olio d'oliva con 2 zucchine medie tritate.
Acceso il gas.
Fatto rosolare per 5 minuti aggiungendo anche pochissimo brodo bollente.
Ho pesato 160 g di kamut Pedon e l'ho messo nella pentola con le zucchine.
Ho fatto rosolare un attimo.
Aggiunto poco brodo bollente.
Da qua ho iniziato a calcolare gli 8 minuti di cottura.
Ho sempre mescolato e aggiunto brodo al bisogno.
Dopo 8 minuti ho spento il fuoco, coperto con un canovaccio la pentola e lasciato mantecare per 4/5 minuti.
Dopodichè il kamutotto è pronto per essere portato a tavola!!!!
Non è necessario ma a chi piace e puo, è possibile fare una nevicata di grana grattugiato!!!!


giovedì 24 gennaio 2013

Pasta riciclosa

Con questa ricetta partecipo al contest di L'Ennesimo Blog di cucina, CRE-AZIONI IN CUCINA, di gennaio.



Il tema del contest è una ricetta preparata con ingredienti riciclati dalla cucina di Natale.

Io ho fatto questa pasta

Che ne dite? Io che l'ho mangiata dico che è proprio buona!

Ecco come ho fatto

Ingredienti:
Pasta, pancetta affettata avanzata, carota lessata con il cappone avanzata, olio extra vergine d'oliva

Preparazione:
Mentre la pasta cuoceva, ho tagliato le carote a fettine e la pancetta a pezzi grossolani.
Siccome le carote erano fredde, le ho fatte rosolare con la pancetta in poco olio di extravergine di oliva per qualche minuti.
Ho scolato la pasta e condito con le carote e la pancetta.

Un condimento veloce e diverso per una pasta gustosa e nutriente!!!!

Suggerimento: Io non ho aggiunto sale perchè la pancetta sala da sola.
Ovviamente si può sostituire la pancetta con l'avanzo che si ha. Prosciutto crudo, cotto e anche breasola!!!



mercoledì 9 gennaio 2013

Tentazioni al cioccolato


Questa ricetta l'ho presa sul numero 3 della rivista "Dolci Tentazioni"
ed è di Iolanda Podio del blog Tentazioni irresistibili dove potete trovare la ricetta originale.
Io l'ho modificata in base ai miei gusti e agli ingredienti che avevo nella dispensa.
Il risultato è ottimo!
Dei biscottini golosi al punto giusto!!!


Ingredienti:
110 g di farina
130 g di cioccolato fondente
80 g di mandorle tritate
90 g di burro
2 uova
100 g di zucchero semolato
35 g di zucchero di canna
1 cucchiaino di lievito

Procedimento:
Fai sciogliere il burro con il cioccolato fondente
In un recipiente a parte sbatti le uova con i due tipi di zucchero ottenendo una crema.
Aggiungi il cioccolato fuso con il burro raffreddato, dopo aver mischiato bene gli ingredienti, aggiungi la farina, le mandorle e il lievito.
Mescola per bene ottenendo un composto uniforme e molliccio
Fodera la teglia del forno con della carta forno e distribuisci delle cucchiaiate di impasto formando i biscotti.
Inforna a 160° per 13 minuti. I biscotti saranno cotti quando sulla superficie cominceranno a formarsi delle crepe.
Trasferisci i biscotti su una griglia per farli raffreddare. Attenzione spostali delicatamente perchè si potrebbero rompere...

Nota
Dopo aver fatto la prima teglia di biscotti, ho messo l'impasto in frigo e tolto dopo 30 minuti.
L'impasto era più consistente ed ho potuto fare dei biscotti più allungati.




Decidete voi come più li gradite....

martedì 8 gennaio 2013

Da Plumcake a dolci finger foog



Per fare questa torta ho preso spunto dalla ricetta della "mia Torta di Natale"

Ingredienti per la torta:
150 g di margarina non idrogenata a temperatura ambiente
2 uova
100 g di zucchero semolato
100 g di zucchero di canna
125 ml latte d'avena
180 g di farina "00" Molino Chiavazza
70 g di farina di mais
50 g di amido di mais
1 bustina di lievito vanigliato io ho usato il lievito S.Martino
1 pizzico di sale

Procedimento:

Lavorate in una ciotola la margarina con i due tipi di zucchero.
Incorporate le uova al composto una alla volta.
Aggiungete il latte e amalgamatelo
In un'altra ciotola mischiate le due farine, l'amido di mais, il lievito e il pizzico di sale.
Unite a cucchiaiate al composto di margarina - zucchero - burro e latte
Lavorate l'impasto fino a quando tutti gli ingredienti si sono amalgamati bene.
A questo punto potete mettere l'impasto nello stampo che più vi piace.
Io ho utilizzato lo stampo da plumcake.
Mettere la torta in forno precedentemente riscaldato a 180° per circa 50 minuti (fate la prova stecchino).
Togliete dal forno e dallo stampo e lasciate raffreddare prima di mangiare.



Ed ora trasformiamo il plumcake in dolci finger food!!!

Ingredienti:
Plumcake
Cioccolato fondente
poco latte
zucchero a velo
acqua
colorante alimentare blu
pasta di zucchero modellabile
marmellata
gelatina di albicocche

Tagliate a fette il plumcake e con l'aiuto dei taglia-biscotti date la forma che volete.
Prendete un pezzo e ricoprite tutta la superficie con la marmellata che più preferite.
Adagiatevi sopra un pezzo di torta della stessa forma.
Volendo, prima di mettere la marmellata potete bagnare la superficie dei pezzi di torta con dell'alchermes

Ora potete sbizzarrirvi.


Questi

li ho fatti così:

Ho fatto sciogliere il cioccolato fondente con pochissimo latte (ogni 50 g 2 cucchiai di latte)
Ho ricoperto le "tortine" e finito con degli zuccherini colorati

Questi

invece, dopo averli ricoperti con il cioccolato fondente, li ho decorati con della glassa fatta con pochissima acqua, zucchero a velo e colorante alimentare.
I decori li ho potuti realizzare grazie a un cono realizzato con la carta forno.

Questi altri

li ho fatti ricoprendoli con della pasta da zucchero modellabile "incollando" la pasta stesa con un mattarello con l'aiuto di gelatina di albicocche diluita con poca acqua.





 Con questa torta e questi dolcetti partecipo al contest Mani in Pasta - Dolce Mais


Con questa ricetta partecipo anche al contest di Sfizi & Vizi dal titolo "I dolci senza latte"









sabato 5 gennaio 2013

Pane al farro, pizza al farro e bruschette di farro: Tutto al farro!!!!

Prima della ricetta di oggi, vorrei augurare a tutti quanti un Sereno 2013.

Il mio primo post del 2013, che emozione. Inizio il mio 3° anno di blog!!!!

Quest'anno vorrei essere più presente e riuscire a postare più ricette!!!

Ho scelto, tra le varie ricette che ho ancora da postare, questa del pane di farro.
In realtà è poi l'ultima che ho fatto ma visto che è venuto un pane meraviglioso, ho deciso di condividerla perchè merita veramente.

Ingredienti:
500 g di farina di farro
15 g di zucchero di canna
40 g di olio di mais
1 bustina di lievito attivo secco o 1 cubetto di lievito di birra
250 g di acqua tiepida (poi dipende dall'impasto)
10 g di sale

Procedimento:
Fate una fontana con la farina e aggiungetevi al centro lo zucchero, l'olio, il sale e il lievito.
State ben attenti che il sale e il lievito non vengano a contatto in questo punto della lavorazione. Metteteli ben distanziati tra loro.
Iniziate ad impastare aggiungendo l'acqua tiepida poco alla volta.
Una volta ottenuta una bella palla, ponetela a lievitare. Io l'ho riposta in una ciotola di vetro infarinata, coperta con un panno umido e messa a lievitare in forno con la lampadina accesa.
Una volta trascorsi 40 minuti, riprendete l'impasto.
Se volete fare come me, che ho fatto anche una pizza da 20 cm, i 3/4 dell'impasto mettetelo in uno stampo da plumcake e il rimanente lasciatelo nella ciotola.

Riponete per un'altra mezz'ora a lievitare.

Trascorso il tempo necessario accendente il forno a 180°, fatelo scaldare e appena ha raggiunto la temperatura infornate il pane per 40 minuti.

Consiglio:
Per non farlo seccare in superficie mettete un foglio di carta di alluminio che toglierete dopo 30 minuti di cottura.

Ecco il risultato:

Vi consiglio di toglierlo subito dallo stampo e lasciarlo raffreddare sulla grata.































Eccolo tagliato a fette, che tentazione di prenderne una fetta!!!!





Come vi dicevo, con il rimanente impasto ho fatto una gustosa pizza:



E per fare le bruschette?
Semplicemente sul pane tagliato a fette ho spalmato dell'olio extra vergine di oliva,
messo una carota lessa schiacciata con una forchetta e, in una fetta guarnito con del prosciutto cotto e nell'altra con le acciughe Rizzoli.
Ho rimesso in forno per una decina di minuti per fare croccare il pane.
Veramente una delizia!!!!




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...