mercoledì 28 dicembre 2011

Torta margherita farrosa senza uova e latte

E' stato veramente arduo il compito che mi sono preposta:
Fare una torta senza uova e senza latte ma che sia buona come la classica margherita.
Dopo vari tentativi, sono riuscita a trovare la giusta parsimonia degli ingredienti.
Genuina e soffice proprio come una vera torta margherita. L'unica pecca, se proprio vogliamo trovarla, è che è più friabile ma non si può far di meglio visto la mancanza delle uova.
Chi l'ha assaggiata non ha capito per niente che era una torta "speciale" senza nè uova nè latte.
Sono curiosa di sapere cosa ne pensate.

Ingredienti:
250 g di farina di farro
100 g di margarina
130 g di zucchero di canna
150 g di latte di soia isolabio
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
1 bicchierino di marsala

Preparazione:
Dopo aver ammorbidito la margarina, aggiungo lo zucchero di canna e lo lavoro per qualche minuto.
Aggiungo il sale, il latte, e il marsala. Mescolo e, una volta amalgamato per bene, aggiungo la farina e il lievito.
L'impasto deve essere né liquido né spesso. Io l'ho versato nella tortiera gardenia della guardini, con il fondo a forma di ciambella.
Infornate a 180° per 30 minuti circa.
Il risultato l'avete visto, non vi resta che provarlo!!!! E, mi raccomando fatemi sapere!!!!

Partecipo al contest di Montagne di Biscotti con il suo contest sul farro.



martedì 27 dicembre 2011

Petto di pollo su un letto di cavolfiori

Un secondo completo nutriente e veramente gustoso.



Ingredienti:


per il purè di cavolfiore:
150 g di patate
300 g di cavolfiore
olio evo
brodo vegetale
crema di farro Isola Bio

per la carne:
300 g di petto di pollo tagliato grossolanamente
farina di riso Molino Chiavazza
olio evo
1 spicchio di aglio
6 foglie di salvia
vino bianco q.b.
sale q.b.
acqua q.b.



Procedimento:

Per prima cosa iniziamo a preparare il purè:
In una pentola capiente, mettere l'olio, la patata pelata, lavata e tagliata grossolanamente e il cavolfiore lavato e tagliato anch'esso grossolanamente.
Fate rosolare per un attimo ed aggiungere il brodo bollente fino a coprire le verdure.
Lasciate cuocere per 20 minuti circa e cmq fino a quando il brodo si sarà ritirato.

Nel frattempo preparate la carne.
In un'altra pentola capiente aggiungete l'olio evo con l'aglio e la salvia. Accendete il gas e non appena l'aglio inizia ad imbiondire aggiungete la carne infarinata. Fate rosolare per un attimo e aggiungete il vino bianco, salate, cuocete per qualche minuto in base allo spessore della carne e, se necessario aggiungete poca acqua. Non appena cotto spegnete.

Non appena anche le patate e il cavolfiore saranno cotti metteteli nel mixer con 50 ml di crema di farro bio e frullate il tutto per formare un purè.

Composizione del piatto:
Prendete un piatto da portata e metteteci al centro, formando un cerchio, il purè.
Sopra appoggiateci le fettine di pollo e servite.
Vedrete, i vostri ospiti si leccheranno i baffi e vorranno la ricetta!!!!

Con questa ricetta partecipo al compliblog di Gianni del blog Lacucinadigianni

lunedì 26 dicembre 2011

Biscotti riso e mais


Ingredienti:
70 g di farina di riso Molino Chiavazza
70 g di farina di mais fioretto Molino Chiavazza
150 g di farina di farro
2 uova
110 g di margarina
120 g di zucchero di canna
un pizzico di sale e un pizzico di lievito

Preparazione:
amalgamate la margarina con lo zucchero, unite le uova e tutti gli altri ingredienti amalgamati insieme.
Formate una palla, rivestitela con la pellicola trasparente e fate riposare in frigo per 1/2 ora.
Date forma ai vostri biscottini e infornate per 15 minuti a 180°

Questa ricetta è una variante della ricetta originale tratta dalla rivista "Cucina Naturale" di dicembre 2011.
Lì la farina di farro non era prevista, la stessa quantità era divisa in parti uguali tra quella di mais e di riso per creare dei biscotti senza glutine.

Con questa ricetta partecipo al contest di "Love at First Bite"

e a quello del blog Montagne di biscotti


sabato 24 dicembre 2011

Domani al risveglio attenzione alla cacca delle renne!!!!

I preparativi per lo spuntino di Babbo Natale sono finiti! Vino e pop-corn per Babbo Natale e Latte e panettone per le renne.
Quest'anno il mio bimbo, ricordandosi del ricordino delle renne dell'anno scorso ha voluto seminare fogliettini di carta forno per tutta la casa.
La ricetta l'ho modificata in quanto l'aspetto era perfetto ma erano un po' durini.
Ecco quella di quest'anno:

50 g di farina
50 g di farina di nocciole life o di mandorle life
1 punta di lievito
40 g di zucchero
35 g di burro
1 cucchiaio di latte
cacao quanto basta

Fate sciogliere il burro, unite lo zucchero. Mescolate per bene poi aggiungete gli altri ingredienti. Lavorate e me formate una palla di frolla. Mettetela in un pezzo di pellicola e riponete in frigo.
Fate riposare la pasta almeno 1/2 ora.
Formate i biscottini aiutandovi con le mani cuocete a 180° per 15-20 minuti.
Il risultato? Vedremo domattina cosa lasceranno le renne!!!
Per ora potete guardare qua ciò che hanno lasciato l'anno scorso....

B U O N   N A T A L E   A   T U T T I ! ! ! ! !

Con questa ricetta partecipo alla raccolta de La tana del coniglio

sabato 17 dicembre 2011

Patate al forno invitanti con ariosto!!!


Questa ricetta è semplicissima e sicuramente sarà apprezzata da bambini e adulti.
Sembra quasi come mangiare le patatine fritte ma sono molto più leggere perchè cotte al forno.
Gli ingredienti sono semplicissimi: patate - olio evo - ariosto per patate al forno
Altrettanto semplice la ricetta: Pelate, lavate e tagliate grossolanamente una patata.
Versateci sopra poco olio evo e spolverizzate con l'ariosto.
Mettete in forno a 200° per circa 30 minuti mescolando spesso le patate.
Grazie all'ariosto potrete dare un tocco speciale alle patate, non serve salare perchè l'ariosto contiene già il sale oltre alle spezie (sale marino, aglio, rosmarino, salvia, ginepro, basilico, maggiorana, origano, alloro, coriandolo e prezzemolo) che insaporiranno le vostre patate.
E non solo, perchè ci sono tantissimi tipi di ariosto ognuno fatte con spezie differenti a seconda della vostra preparazione.
Ariosto, è un'azienda attiva da oltre 50 anni sul mercato alimentare italiano ed è leader in italia degli insaporitori.
Guardate qua cosa mi ha spedito la ditta ariosto per la nostra collaborazione


domenica 11 dicembre 2011

I grissini di Sonia Peronaci

Questa ricetta l'ho trovata sul sito di giallozafferano e mi è subito venuta voglia di prepararli!!!
Ho fatto delle piccole variazioni, che riporto.
Sono buonissimi e più sottile li fate più croccanti saranno!!!!

Ingredienti:

280 ml di acqua tiepida
500 g di farina di farro (la ricetta prevedeva la farina 00 ma con quella di farro sono venuti veramente buoni)
1 cucchiaio di farina di semola di grano duro
3,5 g di lievito secco (la ricetta prevedeva 15 g di lievito di birra)
15 g di zucchero (la ricetta prevedeva 1 cucchiaino di malto d'orzo)
50 g di olio extravergine di oliva
8 g di sale

Preparazione:

Ponete su una spianatoia la farina a fontana, mettetevi al centro il lievito di birra, il sale e lo zucchero.
Mettete anche l'olio e iniziate a impastare. Aggiungete l'acqua poca alla volta fino ad ottenere un composto elastico.
Sagomate l'impasto sulla placca del forno ricoperto di carta forno dandogli la forma di un rettangolo, spennellatelo con dell'olio extravergine di oliva e spolverizzatelo della farina di semola di grano duro. Lasciate quindi lievitare l’impasto fino a che non avrà raddoppiato il suo volume iniziale.
 Ecco l'impasto prima e dopo la lievitazione

Trascorso il tempo necessario per la lievitazione (circa 1 h), con un coltello a lama liscia e lunga tagliate l’impasto per il lato corto a strisce di circa 1 cm l’una. Afferrate ogni striscia di pasta con le due mani dalle estremità e tiratela fino a raggiungere la lunghezza della teglia che utilizzerete per infornarli.



Disponete i grissini ben distanziati tra loro su di una teglia rivestita di carta da forno e cuoceteli a 200°C per circa 20 minuti, fino a quando inizieranno a dorarsi.

I grissini non vi verranno tutti uguali, ma è questo il bello.
Noi ci siamo sbizzarriti e abbiamo dato a loro la forma che volevamo!!!!

Con questa ricetta partecipo al contest sul farro del blog Montagne di biscotti.



giovedì 8 dicembre 2011

Crostatine crumble ripiene







Ingredienti:

per la pasta frolla:
280 g di farina
90 g di zucchero
100 g di burro
1 uovo
1 pizzico di sale
1 bicchierino di marsala
e se la volete più alta 1/2 cucchiaino di lievito per dolci (io l'ho messo)

per il ripieno:
2 mele golden
4 o 5 cucchiai di marmellata al gusto che preferite (io ho usato la classica marmellata di pesche)
circa 30 pinoli life i prodotti del sole
succo di limone

per il crumble
100 g di farina
80 g di burro a temperatura ambiente
80 g di zucchero

Preparazione:

Impasto:
In un recipiente rompete l'uovo e mescolatelo con lo zucchero e il pizzico di sale.
Quando il tutto è ben amalgamato aggiungete il burro liquefatto e freddo, incorporatelo al composto.
Aggiungete e mescolate il marsala.
Aggiungete la farina a pioggia e mescolate dapprima con un cucchiaio e, successivamente con le mani.
Formate una palla e ponete in frigorifero a riposare per almeno un'ora.

Nel frattempo prepariamo il crumble:
Ponete gli ingredienti in un recipiente. Usate le mani e amalgamate gli ingredienti. Ci vorranno circa 5 minuti.

Prepariamo il ripieno:
Sbucciate la mela e tagliatela grossolanamente. Aggiungete i pinoli e la marmellata a piacere.
Spruzzateci sopra il succo di limone e mescolate. Tenete da parte.
Se è di vostro gradimento, potete aggiungere anche qui qualche cucchiaiata di marsala.

Ora andiamo a preparare le nostre crostatine.
Riprendiamo la pasta frolla dal frigorifero, stendiamola e foderiamo gli stampi da crostatina. (Con questo impasto ne ho fatte 6) Riempite con il ripieno e terminate con il crumble schiacciando tra le dita l'impasto preparato per formare dei piccoli pezzettini di pasta.

Infornate a 180° per 30 minuti.

Sono uno spettacolo queste crostatine. Vi innamorerete!!!!


Con questa ricetta partecipo al contest L'arte della monoporzione di Dolci & Decori

sabato 26 novembre 2011

Biscotti al caffè

Dei biscottini che profumano di caffè, veramente buoni. Fatti con ingredienti genuini, vero caffè liquido, possono essere mangiati in piccole quantità anche dai bambini.



Ingredienti:

250 g di farina (io ho usato la farina di kamut Molino Chiavazza)
30 g di amido di mais amizea
100 g di zucchero
100 g di burro
1 uovo
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaino di lievito
30 g di caffè o cmq quanto basta per far uscire una bella palla come una pasta frolla

Procedimento:

Lavorate il burro morbido con lo zucchero. Incorporate le uova, mescolate e successivamente aggiungete la farina mescolata con la maizena, il lievito e il sale. Aggiungete poi il caffè, date una mescolata e, a questo punto, utilizzate le mani e formate una bella palla. Avvolgete con la pellicola trasparente e ponete in frigorifero per almeno un'ora.
Quando la pasta avrà riposato il tempo necessario, prendetela, stendetela e formate i vostri biscottini.
Sbizzarritevi pure. Io ho provato sia a farli sottili che alti e sono buonissimi entrambi.
Infornate a 180° per 20 minuti, o cmq fino a quando non saranno dorati.
In un contenitore di vetro chiuso si conservano benissimo per 2 settimane.

sabato 19 novembre 2011

Torta al cappuccino



Ingredienti:
150 g di burro ammorbidito
200 g di zucchero
3 uova
1 pizzico di sale
200 g di farina
100 g di amido di mais
1 bustina di lievito
60 g di latte
60 g di caffè liquido


Preparazione:


Lavorare il burro a crema, aggiungete lo zucchero e quando sarà ben amalgamato le uova e il sale.
Poi aggiungete il latte e il caffè ed infine la farina, l'amido e il lievito.
Per la cottura io ho utilizzato la teglia a forma di cuore della guardini e ho cotto per 40 minuti a 180 ° (Vi consiglio la prova stecchino)
Prima di servire ho decorato con zucchero a velo e cacao amaro.

mercoledì 2 novembre 2011

Crostata frangipane (senza lievito)

Visto il successo della torta senza lievito ecco cimentarmi in un'altra torta senza lievito.
E' una crostata sì, ma il ripieno di questa crostata è una vera e propria torta.
Soffice dal sapore delicato e per niente asciutta.
Vale proprio la pena provarla!!!!



Ingredienti:

per la frolla:
200 g di farina
70 g di burro
70 g di zucchero a velo
1 tuorlo


per la farcia:
45 g di farina molino Chiavazza
150 g di farina di mandorle Life i prodotti del sole
150 g di burro ammorbidito a temperatura ambiente
150 g di zucchero
150 g di uova (circa 3 medie)
1 bustina di vanillina

Per la tortiera io ho usato la tortiera cannellata di cm 27 della guardini


Questa torta è un po' elaborata: in realtà sono 2 torte in una. Quindi, se non avete tutto il tempo necessario la pasta frolla potete comperarla già pronta e procedere a preparare voi solo la farcia.

Preparazione:

Innanzitutto prepariamo la frolla: impastate tutti gli ingredienti, formate una palla e riponete in frigorifero per 1/2 ora.



Nel frattempo preparate la farcia:
Montate a crema il burro con lo zucchero con lo sbattitore elettrico a tutta velocità.
Aggiungete le uova piano piano continuando a sbattere.

Una volta che avete una bella crema aggiungete la farina di mandorle, la farina e la vanillina.

Prendete la tortiera, imburratela e foderatelo con la frolla che avrete preso dal frigo.

Bucherellate il fondo con i rebbi della forchetta. (operazione importante per la cottura della torta)

Versateci la farcia, livellatela e infornate a 180° per 30 minuti o comunque fino a quando la vostra torta non sarà bella dorata.

Una volta fatta raffreddare su una gratella, cospargetela di zucchero a velo e servite!!!





lunedì 24 ottobre 2011

Pan Brioches alla Nutella

Panbrioches alla Nutella o Roselline alla Nutella





Ingredienti:
500 g farina bianca

1 busta di Lievito secco o un panetto di lievito di birra
1 bustina di vanillina
100 g zucchero
1 cucchiaino raso di sale
2 uova
80 g burro liquefatto tiepido
125-150 ml latte tiepido (37-40°C)

nutella o marmellata per il ripieno

Procedimento:

Setacciare la farina in una terrina larga e mescolarvi il lievito di birra secco.
Al centro del mucchio praticare una buca e versarvi zucchero, vanillina, sale, uova, burro tiepido.
Amalgamare il tutto con una forchetta, aggiungendo un po’ per volta il latte tiepido.
Lavorare l’impasto sul piano del tavolo infarinato per almeno 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo fino al completo assorbimento del liquido.
Rimettere l’impasto nella terrina infarinata, coprirla con un canovaccio umido e porlo a lievitare in luogo tiepido, fino a quando il suo volume sarà raddoppiato.
Con un matterello stendere l’impasto ben lievitato in una sfoglia rettangolare, io da un quadrato ho tagliato due rettangoli. Spalmarvi la nutella o, a piacere, la marmellata e quindi arrotolare la sfoglia dal lato più lungo.


Tagliare il rotolo in tanti pezzi uguali alti circa 3/4 cm e sistemarli in uno stampo foderato con carta da forno. Potete disporli liberamente anche sulla placca del forno, sempre foderata con carta forno o disporle nei pirottini dei muffin. Porre a lievitare una seconda volta in luogo tiepido per 20 minuti circa.
Infornare a 200° per 20/25 minuti o comunque fino a quando non saranno dorati.





I bambini divoreranno questi dolcetti.



Questa ricetta è stata tratta dal sito Paneangeli

domenica 16 ottobre 2011

Petto di pollo alla mela



Ingredienti:

3 fette di petto di pollo tagliate a pezzi piccoli ma non troppo (devono poter essere mangiati senza usare il coltello
farina di riso molino chiavazza
olio evo q.b.
brandy q.b.
sale q.b.
1/2 mela
limone q.b.
acqua calda
1 cucchiaio di zucchero di canna

Preparazione:

Pelate e tagliate a dadolini la mela, metterla in un piccolo recipiente, spruzzateci sopra, a vostro piacere, il succo di limone e un cucchiaio di zucchero di canna.
Lasciare riposare.
Nel frattempo in una pentola a sponde alte mettete l'olio evo, accendete il gas e, non appena l'olio è caldo, gettateci dentro il petto di pollo infarinato.
Fate rosolare leggermente poi aggiungete il composto di mele.
Sfumate con il brandy e salate.
Aggiungete qualche cucchiaio di acqua salate.
Fate cuocere per 5/6 minuti.
La carne cuocerà velocemente. Non appena vedete che anche le mele sono cotte si è formata una bella salsina gialla, spegnete il gas.
Potete servire in piatti tradizionali o potete farne dei finger food.

Con questa ricetta partecipo al contest "GLOSSY food" organizzato da GustosaMente eGlossyBox.it 



Questo piatto è stato creato appositamente per partecipare al contest ma era talmente buono che di foto sono riuscita a scattare solo quello nella pentola....

lunedì 10 ottobre 2011

Crostata con amaretti



Ingredienti:

300 g di farina
120 g di zucchero
120 g di burro
1 uovo più un tuorlo
1 pizzico di sale
1 bicchierino di marsala



marmellata di pesche
mandorle in scaglie
una dozzina di amaretti
1/2 bicchiere di vino bianco

zucchero a velo

Preparazione

In un recipiente rompete l'uovo e aggiungete il tuorlo, mescolate con lo zucchero e il pizzico di sale.
Quando è ben amalgamato aggiungete il burro liquefatto e freddo e il marsala. Mescolate di nuovo.
Aggiungete la farina a pioggia e mescolate dapprima con un cucchiaio e, successivamente, con le mani.

Formate una palla e ponete in frigorifero a riposare per almeno un'ora.
Riprendete la palla. Con l'aiuto di due pezzi di carta da forno stendete l'impasto.
Dovrete formare due pezzi uno per la base quindi un po' più grande della base della teglia e l'altro grande come la base della teglia.
Prendete la teglia (noi l'abbiamo usata rettangolare), imburratela e metteteci il primo impasto steso.
Rompete grossolanamente gli amaretti e immergeteli nel vino bianco.

Spalmateci la marmellata, cospargete le mandorle in scaglie e per finire il composto di vino bianco e amaretti.



Ora potete riporre sopra l'altro strato di impasto.
Cuocete in forno precedentemente riscaldato a 180° per 30 minuti o comunque fino a quando la crostata sarà dorata.
Una volta raffreddata potete cospargere di zucchero a velo.
Noi abbiamo aggiunto del cioccolato fuso fatto cadere con un imbuto costruito con la carta forno.

La ricetta della pasta frolla è di mammazan...
mentre il ripieno è una nostra fantasia!!!!
Io volevo mettere gli amaretti e il piccolo le mandorle....

Con questa ricetta partecipo ai seguenti contest:

Guarda come sono bravo? Il contest di "M" Cronache dedicato ai bimbi in cucina

Al primo blog candy di zampette in pasta
Dove per partecipare basta fare una ricetta Dolce


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...